NEWS

BASKET ODERZO E PALOMBITA, LE STRADE SI DIVIDONO

Come si festeggia dopo aver segnato una bomba da tre? Se chiedete a qualsiasi mini cestista vi dirà cose del tipo “alzo 3 dita della mano”, oppure “alzo le braccia per festeggiare” etc. etc. etc. Se invece lo chiedete a un Gladiatore o ad una Amazzone, vi dirà di sicuro: “con il gesto del Pistolero!!!”. Ehh si di giocatori così talentuosi ne sono passati pochi da queste parti e Giancarlo Palombita resterà sicuramente nella storia del Basket Oderzo: forte, orgoglioso e vincente, il Pistolero non accetta di perdere neanche se giochi a pari o dispari e questo spirito guerriero è sicuramente una delle caratteristiche più importanti del giocatore triestino. L’unico rammarico è l’amaro fine di stagione di questo 2016/17, quando in gara 1 della finalissima la sua caviglia ha ceduto e non ha potuto aiutare i compagni nel resto della serie: con i se e con i ma non si fa la storia, ma se Gianca fosse stato in campo contro Jesolo…
Oltre alle doti di giocatore poi tutti qui hanno apprezzato le sue doti umane, un ragazzo dalla grande personalità, ma sempre corretto e disponibile, l’idolo di tanti bambini che si sono esaltati ad ogni sua giocata e che hanno gioito ad ogni sua mitica bomba da tre.
Da parte di tutto il Basket Oderzo un grande in bocca al lupo al “Pistolero” che sicuramente rivedremo in giro per i campi di basket, perché nonostante la sua non più giovanissima età, Gianca ha ancora tanto da dare a questo sport…

Lascia una risposta