NEWS

RISCATTO CASALINGO E CALORFLEX DI NUOVO IN CORSA

CALORFLEX 80 Montebelluna 74
Risultati parziali: 19 – 10; 15 – 17; 20 – 17; 26 – 30
Tagliamento 3, Colamarino 6, Ongaro 3,Casagrande 17, Raminelli, Ibarra7, Varuzza 8, Nardelotto, Gatto 25, Mucic 11.

È tempo di Oderzo vs Montebelluna.
Una classica, per chi ha sempre masticato il basket di marca, che bussa alla porta nel momento, per noi, forse più delicato. Ma la storia recente ci insegna che la condizione ottimale è meglio averla a fine stagione piuttosto che in questo periodo in cui si stanno assestando gli equilibri del campionato.

Sanve per ora è la squadra da battere…
Per ora.

La Calorflex ancora non ha impresso il suo marchio al campionato: in una situazione d’emergenza come quella che abbiamo vissuto, siamo stati comunque bravissimi portando a casa 6 vittorie su 8 incontri, cedendo nettamente solo contro i primi della classe.
Per ora.

Veniamo alla partita di oggi. Match delizioso, per palati sopraffini. Ospitiamo una squadra giovane, interessante e messa non bene, benissimo, in campo da un coach di pura esperienza e assoluto valore come Nicola Mazzariol. La rosa inoltre ha un retrogusto opitergino con le qualità e i molti punti nelle mani degli ex Ciman e Pagotto che ben conosciamo, e che giustamente temiamo per il loro talento e le doti indiscusse. Una partita di questo calibro meriterebbe di per sè un palazzetto pieno.

Pronti via. Oderzo al nastro di partenza con capitan Raminelli, Mucic, Varuzza, Casagrande e Colamarino. Monte risponde con Ciman, Pagotto, Sacchet, Crivellotto e Cusinato. La Calorflex parte subito alla grande con le incursioni di Mucic, Casagrande e Colamarino per un 6 – 0 iniziale che fa spostare l’ago della bilancia nettamente dalla nostra parte. I delfini però sono noti per la loro grinta e grazie ad una difesa asfissiante si riportano in un batter di ciglia a due lunghezze di distacco (6 – 4). Montebelluna ha interesse a tenere più alto possibile il ritmo gara: si susseguono infatti rapide azioni da una zona all’altra del campo e di conseguenza da ambo le parti errori indotti dalla frenesia e qualche forzatura di troppo. Coach Battistella inizia a ruotare i suoi: entra Gatto a dar man forte al reparto lunghi e Ibarra in fase di regia. L’impatto di quest’ultimo è enorme: subito due palloni rubati di pura esperienza e ospiti costretti a spendere qualche fallo per frenare l’impeto del play opitergino. Gran fine primo quarto dal fronte Gatto,come sempre micidiale dalla distanza, con assist fenomenale per Mucic. Triplone di Casagrande per un 19 – 10 di fine periodo che lascia ben sperare.

Sapevamo che non sarebbe stato per nulla facile. Alla ripresa delle ostilità avversari in perfetta scia: due canestri consecutivi di Pozzobon prima, Pagotto poi e una tripla di Mattiello ravvicina il punteggio sul 22 – 21. Minuto Calorflex ma continuiamo a sbagliare, probabilmente per qualche azione eseguita con un po’ di sufficienza. I Delfini ripartono e Pagotto suggella il sorpasso (22 – 23). Immediata risposta dal fronte Rami – Mucio e show dello zar che piazza due bombe giusto per esaltare il sempre caloroso pubblico di casa. Andiamo a riposo sul 34 – 27 ma si soffre…

Inizio terzo quarto gran assist Ibarra – Colamarino e, nonostante la zona del Monte, c’è un inarrestabile Ivan Gatto in campo, predatore di rimbalzi d’attacco e dispensatore continuo di assist, l’ultimo di nuovo per Colamarino (45 – 31). Continuamo a mantenere la decina di punti di vantaggio ma nell’ultima parte del quarto, complice una mega ingenuità da parte nostra, serviamo su un vassoio d’argento un contro-parziale (0 – 5) giusto per “gasare” la squadra ospite e renderci il finale più frizzante. Riusciamo però a contenere l’impeto avversario e finiamo comunque 54 a 44.

L’ultima frazione è tosta, soprattutto per una situazione falli preoccupante. Escono prima il capitano, poi Mucio. Ibarra con quattro falli intanto semina il panico in attacco fornendo palloni deliziosi a “chichessia”… ma è un solo preludio all’inevitabile quinto fallo per contatto su incursione di Pagotto. Oderzo tuttavia ha ancora molta qualità in campo: Gatto e Casagrande sono sufficienti a tenerci in sicurezza…sebbene nel finale un altro 0-5 istantaneo (77 – 72) fa venire un po’ di tachicardia in tribuna ai più deboli di cuore.
Il Monte ci crede, ma noi di più.
Amministriamo il punteggio e sull’80 a 74 andiamo tutti a berci un the caldo.

Ora sotto a lavorare in vista della trasferta di sabato prossimo a Codroipo.
FORZA RAGAZZI, FORZA CALORFLEX!!

X