NEWS

CALORFLEX, CONTRO MESTRE UNA SCONFITTA DA DIMENTICARE IN FRETTA

CALORFLEX 75 – Mestre 89
Valesin 11, Tagliamento n.e., Colamarino 21, Ongaro, Casagrande 13, Raminelli 2, Ibarra 11, Varuzza 3, Nardelotto n.e., Gatto 5, Mucic 9

Davanti ad una cornice di pubblico da categoria superiore, ieri i nostri ragazzi hanno dovuto alzare bandiera bianca contro una squadra sinceramente più in palla. L’energia e l’atletismo messi in campo da Mestre ci ha surclassato e non abbiamo potuto opporre resistenza. Sinceramente la squadra ci ha provato, ce l’ha messa tutta, ma ieri i veneziani avevano qualcosa più di noi. Non ci sentiamo inferiori a Mestre, diciamo che ieri è stato un passaggio a vuoto, una domenica di dimenticare in fretta, un derby da archiviare velocemente per rimetterci a pensare fin da subito al delicatissimo match contro Caorle di domenica 8 aprile. In queste ultime settimane lo staff tecnico ha aumentato il carico di lavoro e probabilmente, dopo le prime uscite dell’era Steffè, ieri abbiamo pagato un po’ la stanchezza; siamo fiduciosi che la strada intrapresa sia quella giusta e che arriveremo ai play off in ottime condizioni, ma forse adesso siamo un po’ stanchi. La pausa pasquale casca ad hoc, per provare a ricaricare le pile e per lavorare sodo in vista del rush finale.
La cronaca della partita è abbastanza semplice: Mestre ci mette sotto fin dall’inizio e in un paio di minuti si porta sul 12 a 2. Nel primo periodo siamo bravi a reagire e con Valesin, Mucic e Ibarra ricuciamo lo strappo. Nel secondo quarto la squadra di Volpato prende un piccolo margine e alla fine il tabellone dice 35 a 45. Al rientro dagli spogliatoi la débâcle…Mestre gira a mille, noi sembriamo scarichi e purtroppo non reagiamo, andiamo sotto di 22 punti, il terzo quarto termina con il punteggio di 52 a 69. Nell’ultima frazione tentiamo un disperato recupero, soprattutto grazie alle bombe di Colamarino e alla grinta di un mai domo Varuzza, ma è troppo tardi e la partita si chiude con il punteggio di 75 a 89.
Complimenti a Mestre, ieri più forte di noi. Ai nostri diciamo di non mollare, di lavorare sodo nelle prossime due settimane e di arrivare pronti alla sfida con Caorle, dove sicuramente tanti tifosi opitergini saranno pronti a sostenerli!!!
Forza ragazzi, forza Calorflex.

1 Response

Lascia una risposta

X