NEWS

IL PUNTO

E’ servita qualche ora in più per mettere giù due righe dopo la partita di Caorle; purtroppo la delusione è tanta, tantissima. Per l’ennesima volta in stagione non riusciamo a vincere, anzi non riusciamo nemmeno a giocare, contro una squadra di alta classifica. Credo non ci siano giustificazioni per una gara che ci vede finire a quota 47, con medie al tiro sinceramente deprimenti. Dare la colpa a qualcuno, sarebbe ingiusto; questa volta i demeriti vanno distribuiti un po’ a tutti. Ma quello che brucia di più, più ancora della sconfitta, è l’incapacità di reagire nei momenti difficili.
E’ un momento delicato in cui subiamo veramente moltissimo la differente condizione in cui si trovano le altre squadre che condividono con noi i piani alti. A Caorle a ben poco è servito il palazzetto avversario per metà di colore bianco-rosso, tanti erano i fedelissimi che hanno rinunciato alla splendida giornata di sole (la prima dopo tante) per venire a sostenere la “propria” squadra. I padroni di casa si esibiscono in una prova offensiva cinica, sportivamente parlando, e concreta. La situazione si fa ora difficile, complicata forse, ma a tre giornate dalla fine della fase regolare il nostro primissimo pensiero deve essere il ritrovamento della giusta condizione mentale per un approccio diverso durante i play off.
I tifosi ci credono, la società pure.
“Ragazzi, ora dovete crederci anche voi, faremo di tutto per riempire il PalaOpitergium e farvi sentire tutto il nostro calore e la giusta presenza. Forza, guardiamo avanti e proviamo a cambiare marcia. Domenica arrivano i guerrieri del Padova, in cerca di punti preziosissimi per la classifica. Non sarà affatto facile, non in questo momento. Ma noi saremo li a sostenervi e a incitarvi in ogni momento”.

Le giovanili nel frattempo preparano riparano le armi per le seconde fasi dei rispettivi campionati.
Il nostro super team 2004 è ancora doppiamente vittorioso sia nel campionato u14 gold (a Mestre doppiamente superbi, prima contro la fortissima Reyer, poi, a distanza di pochi giorni, contro il Leoncino) che in quello più esperto u15 gold. Un grande in bocca al lupo alla squadra di head coach Gamba per questi due mesi finali in cui lotteranno per qualcosa di veramente importante. Prima, infatti, le final four di categoria u14 dove sono qualificati già con largo anticipo, poi chissà…. Seguiteli e venite a vedere questi ragazzi, non solo per il talento, ma anche e soprattutto per il loro stare in campo, per l’energia con cui affrontano i momenti di difficoltà e la grinta che versano in ogni pallone.
I cuginetti u13 gold incappano invece in una partita sfortuna. A Martellago poteva esserci veramente la svolta della stagione ma probabilmente il nervosismo e “l’ansia da prestazione” ha condizionato il loro stare in campo. Partiti malissimo, riescono a recuperare quasi tutto il gap ma non è bastato. Un grande incoraggiamento anche a loro: state concentrati fino alla fine perché comunque il campionato è lungo e non sempre la teoria segue la realtà. Coach Carpi e coach Zuliani intanto continuano la serie interminabile di partite: il primo viene da due vittorie consecutive su altrettante gare del più classico dei tornei primaverili, il Trofeo della Marca; il secondo lo troviamo invece impegnato nel duplice fronte: se nella fase di accesso alle finali under 13 paga al momento la diversa differenza fisica, dall’altra parte il grosso bagaglio di esperienza torna e tornerà utilissimo, non tanto a livello esordienti, quanto in vista della prossima stagione.
Ma vogliamo parlare anche dei ragazzi di coach Pennazzato? Impresona contro il Valbelluna!!! Nei due precedenti incontri con i bellunesi non è andata molto bene. Il lavoro e la fiducia nei propri mezzi hanno fatto invertire la tendenza e questa volta non ce n’era per nessuno. Grande vittoria con grande margine, peccato solo che questa consapevolezza sia venuta fuori solo ora.
Serie D intanto a gonfie vele con lo storico risultato dei play off; gli under 20 vittoriosi combatteranno fino alla fine per il secondo posto. Sono sofferenti invece” in versione u18 gold impegnati nella seconda fase ma non dimentichiamoci che sono stati grandi per essere riusciti ad entrare tra le migliori di categoria in provincia. I ragazzi 2002 del nostro Paolo rimangono purtroppo fuori dalle final four u16 ma pagano una stagione sfortunata dal punto di vista infortuni. Non vuole essere una scusante, anzi: evidenti sono i miglioramenti del gruppo, specie nelle ultime vittorie contro San Donà (primi in classifica) e Ormelle.
…e il mini? Domenica le nostre squadre che partecipano ai gironi Competitivi del trofeo Esordienti Provinciale, hanno giocato le ultime partite dei gironi di qualificazione. Ottime prove per i nostri Gladiatori, che rappresentano i nostri centri minibasket nei tre diversi gironi; 2006 Oderzo primi classificati nel girone B, 2007 Oderzo primi a pari merito con Castelfranco ma secondi per differenza canestri nel girone A, 2006/07 Salgareda secondi nel girone C. A partire dal fine settimana del 21 aprile ricominciano le sfide, nelle quali le nostre squadre incroceranno le partecipanti degli altri gironi per guadagnare il pass d’accesso alla fase finale del 20 maggio. Continuano inoltre le gare in tutte le categorie: tanto tanto lavoro da fare, impegno a mille per il nostro team di organizzatori…ma il sorriso dei bambini ci ripaga sempre di tutto quanto.

Lascia una risposta

X