NEWS

“V I T T O R I A!!!” – U14 NELLA STORIA DEL BASKET ODERZO

Campionato giovanile under 14 gold – final four
Semifinale
Basket Oderzo 68 – Minibasket Trento 53
Sulina 4, Pravato 7, Bucciol 24, Ongaro T. 7, Gerotto 6, Ongaro F., Bragato 13, Tadiotto, De Pin, Artuso, Trentin 7, Ruzza, Artuso.

Finale
Basket Oderzo 79 – Petrarca Padova 76
Sulina 17, Pravato 7, Bucciol 14, Ongaro T. 15, Gerotto 6, Ongaro F. 2, Bragato 11, Momesso, Tadiotto 7, Lucero, Artuso, Trentin.

CAMPIONI!!

Vittorio Bragato, Tommaso Bucciol, Alessandro Pravato, Victor Sulina, Tommaso Ongaro, Tommaso Artuso, Filippo Ongaro, Giovanni Gerotto, Tommaso Trentin, Filippo De Pin, Joshua Momesso, Andrea Ruzza, Marwin Lucero, Enrico Tadiotto e le loro guide tecniche, Matteo Gambarotto, Nicola Zuliani e Paolo Lorenzon.
I ragazzi del nostro team 2004 SONO NELLA STORIA, il BASKET ODERZO E’ NELLA STORIA, e conquistiamo il titolo di campioni regionali di categoria aggiudicandoci anche l’opportunità di giocare per il titolo nazionale a Cagliari, a fine giugno.
Grandiosi, strepitosi, unici. Non riusciremo mai forse a trovare l’appellativo giusto che descriva pienamente l’ennesimo risultato, il più grande finora, ottenuto da questi ragazzini fenomenali. Ieri è stata compiuta l’ennesima opera iniziata alcuni anni fa quando dai nostri centri minibasket abbiamo messo insieme le varie forze. Sono stati conquistati tornei a livello minibasket, regionali e nazionali. Lo scorso anno è arrivato il primo grande titolo, la vittoria del campionato veneto under 13 elite, il massimo, sbaragliando molte compagini più blasonate. Quest’anno siamo partiti con l’obiettivo della riconferma, consapevoli che non fosse per nulla scontata. Gli avversari nel frattempo si sono rinforzati e “l’asticella da superare” si è alzata…ma noi siamo ancora qui, orgogliosi prima di essere entrati tra le quattro finaliste e, oggi, possiamo dirlo, di esserne i vincitori…anche quest’anno!!!

Vittoria del gruppo, strepitoso, senza dubbio.
Vittoria anche nostra, della società, che in loro ha sempre creduto e che avvalora ancora una volta come il “Progetto Gladiatori” funzioni e possa portare a dei risultati molto molto importanti.

Veniamo alle partite…

…sabato, semifinale contro Trento. La partenza ci vede imballati, probabilmente non tanto nelle gambe, quanto nel timore che l’evento ha creato dentro di noi. Trento parte bene mettendoci in difficoltà nelle ripartenze ma soprattutto a livello fisico. Fatichiamo a contenere i gagliardi ragazzini trentini: bravi nell’uno contro uno, anche spalle canestro, e micidiali dalla media distanza. D’altra parte è evidente la difficoltà psicologia dei nostri e il gioco si vede a singhiozzi: all’intervallo siamo sopra di sole 5 lunghezze (33 – 28). Fortunatamente al rientro in campo mettiamo in pratica il piano partita e i risultati si vedono, in un batter d’occhio scappiamo via e finiamo il match in controllo.

…domenica, finale contro la tradizione e l’esperienza del Petrarca Padova, una delle squadre che in quest’ultima annata si è rinforzata molto arrivando con gran merito alle final four NON PERDENDO MAI, nella prima e nella seconda fase.
In un palazzetto a dir poco gremito tra il pubblico la tensione è palpabile a vista d’occhio e il tifo per le due squadre si avverte ad ampio raggio. Coach Gamba carica i suoi e sappiamo bene che li ha messi ben in guardia dalla pericolosità delle punte di forza avversarie. Il Petrarca sblocca infatti subito il risultato ma riusciamo subito a reagire con un impressionante affondo e a portarci quasi in doppia cifra di vantaggio (10 – 2). Pubblico opitergino subito in gran fermento ma il talento patavino fa tacere tutti con un repentino contro break che mette di nuovo tutto in pareggio. Soffriamo moltissimo le ripartenze e Padova è bravissima a concretizzare con contropiedi rapidi e micidiali. I successivi trenta minuti sono di grande equilibrio. Oderzo prova ogni tanto a scappare via ma non si va mai oltre i 6 punti, ogni strappo viene regolarmente ricucito. Grande match da vedere e si pregusta un finale al cardiopalma. A 3 minuti dal termine il Petrarca riesce a riportarsi sopra (74 – 70) e l’inerzia sembra cambiare. Dalla panchina bianco rossa arrivano continue dai coach le esortazioni a mantenere la calma e “dal cilindro” arrivano le due più belle nostre difese della due giorni di gara. Recuperiamo infatti palla e andiamo a conquistarci di nuovo il punteggio più alto. Dalla lunetta siamo questa volta precisi e l’arrivo in volata è nostro e ci consegna, anche quest’anno…

…LA VITTORIA!!!!

Quello che succede dopo lo lasciamo immaginare.

E non finisce qui, appuntamento a fine giugno, con le finali che aggiudicheranno il titolo nazionale. “Che roba, ragazzi!!”

STAY TUNED

Lascia una risposta

X