CALORFLEX   grupposerafin

NEWS

IL LATTE BLANC COMBATTE MA VENTURELLI TRASCINA ODERZO ALLA VITTORIA

Una rimaneggiata Latte Blanc combatte con orgoglio al Benedetti fino ai minuti finali ma è Michele Venturelli a trascinare i biancorossi nel rush che vale due punti preziosi. Buone le prove di Ndiaye, De Min e Zambon e la precisione di Tracchi dalla lunetta.

Tra i padroni di casa e i biancorossi c’erano, prima della palla a due, ben 12 punti di differenza in classifica e coach Paderni doveva fare i conti con assenze importanti, non potendo schierare gli infortunati Cianciotta, Bianchini e Floreani. Non una situazione ideale per provare a fermare i desideri di risalita degli opitergini che, con il roster risicato degli udinesi, sembrava avessero davanti un match alla portata. Ed invece, come spesso succede, le squadre di carattere tirano fuori energie inaspettate nelle difficoltà e così il Latte Blanc ha messo in campo orgoglio, forza di volontà e un ammirevole Chiti che hanno imbrigliato un Oderzo Basket apparso in serata poco brillante, specie in difesa. Ad eccezione di un Michele Venturelli che ha trascinato fuori dalle sabbie mobili la squadra biancorossa, insieme ad un efficace Ndiaye e con De Min autore di un’ottima prova a cavallo del match, con ben 10 dei 12 punti realizzati nel terzo periodo.

Al 6-2 propiziato da Pignolo e Trevisini risponde Ndiaye incisivo sia dalla distanza sia nei pressi del canestro, Venturelli mette i suoi primi punti e Tracchi entra in ritmo con una tripla a cui rispondono dai 6.75 prima Chierchia e poi Losito. Udine sbaglia tante conclusioni ma Oderzo non ne approfitta e il margine dopo i primi dieci minuti è di sole 6 lunghezze.

Coach Paderni vede Losito segnare la tripla del pareggio (29-29) a metà quarto ma sull’altra panchina Steffé può fare affidamento su un preciso De Min e con il lungo Ndiaye a dare sostanza con rimbalzi e difesa. Ma Udine ha carattere e sul finire del primo tempo un’ottima giocata del 2002 Di Giovanni e una tripla di Avanzo portano il passivo dei lattaioli a sole 5 lunghezze.

Al ritorno in campo, Udine mette in campo energia e qualità con la coppia Chiti-Pignolo che riporta avanti i padroni di casa dopo 3 minuti. Sulle onde di un entusiasmo ritrovato, anche l’altro 2002 Azzano dà il suo apporto sia in difesa su Venturelli sia in attacco col canestro del -1. Ma non basta perché è proprio il tolmezzino ex Fortitudo che sul finire del quarto infila due triple dal grande peso specifico, 60-65 e mini intervallo. Il clima si scalda sia in campo sia sulle tribune del Benedetti, alla tripla di Venturelli (60-68) il Latte Blanc risponde con un parziale di 8-0 che rimette tutto in discussione. Due liberi di Chiti valgono il nuovo sorpasso (72-70) e gli staff si affidano anche alla zona per imbrigliare l’attacco avversario. Un super Avanzo (tripla più libero) riporta Udine avanti a 3′ dal termine, De Min dalla lunetta impatta (77-77) ma prima Pignolo e poi Chiti da 3 portano il vantaggio udinese sul +5 quando mancano poco più di due minuti al termine. Time out Oderzo, Infanti al rientro segna una tripla importantissima per gli ospiti che trovano subito dopo altri due punti sotto le plance con Zambon, è l’82 pari. Chiti commette un’ingenuità che gli costa un fallo in attacco a 90 secondi dalla sirena, Oderzo sbaglia ma un rimbalzo di Zambon regala un fondamentale extra possesso e Udine è costretta al fallo sistematico, Tracchi è una sentenza e i 6 liberi realizzati dall’ex Sanve nelle azioni finali consentono all’OB di tirare un sospiro di sollievo, incamerare due punti su un campo difficile e prepararsi ad una settimana di allenamenti per continuare in quel processo di crescita che passa anche per partite poco brillanti come questa ma con due punti in tasca.

Tra i padroni di casa, in evidenza Chiti (17), Losito (14), Pignolo (13) e Avanzo (12).
Per Oderzo, miglior marcatore e MVP Michele Venturelli (24, 3/6 da 2, 4/9 da 3, 6/8 ai liberi, 4 rimbalzi e 3 assist), buone le prestazioni di Ndiaye (18, 5/7 da 2, 1/3 da 3, 5/7 ai liberi e 7 rimbalzi), De Min (13, prezioso dalla lunetta con 6/7 e ai rimbalzi, 8 al suo attivo) e Zambon (12, con 5/8, 2/2 ai liberi e 6 rimbalzi). Prezioso il percorso netto dalla lunetta di Tracchi (6/6), oltre agli 8 rimbalzi.

Coach Steffè a fine partita commenta così la vittoria: “Salvo il risultato della partita e faccio i complimenti agli avversari che ci hanno messo in grande difficoltà. Se noi non impariamo a passarci la palla e a far fatica in difesa, dobbiamo sapere che ci troveremo ad affrontare partite come questa specie in trasferta dove se subisci 82 punti diventa molto difficile portare a casa il risultato. Noi stasera ci siamo riusciti perché negli ultimi minuti abbiamo fatto canestro e difeso forte quando contava. Oggi è andata bene, dobbiamo tornare ad essere la difesa solida che abbiamo messo in campo in tante occasioni. Ci lavoreremo in settimana approfittando della gara rinviata con Bassano per fare un’amichevole a Pordenone”.

LATTE BLANC UDINE – ODERZO BASKET 82-90

LATTE BLANC: Losito 14, Trevisini 7, Chierchia 3, Di Giovanni 4, Aloisio 1, Pignolo 13, Azzano 2, Avanzo 12, Tirelli 5, Chiti 17, Principe 4. All. Paderni

OB: Verso, Ongaro, Bariviera, Tracchi 11, Venturelli 24, Infanti 8, De Min 13, Zamattio 2, Ndiaye 18, Sanad 2, Zambon 12. All. Steffé

Parziali: 18-24; 42-47; 60-65

Arbitri: Langaro e Cavedon

X